Fare la birra in casa grazie ai kit

La birra fatta in casa a portata di tutti

Probabilmente ci abbiamo pensato: chissà come sarebbe bello poter fare la propria birra fatta in casa. Forse abbiamo iniziato anche a documentarci, a vedere qualche video su YouTube e, molto probabilmente, alla fine abbiamo gettato la spugna perché abbiamo capito che il processo non era poi così semplice come ci era sembrato.

Grazie ai kit birra, oggi praticamente tutti possono provare la soddisfazione di ottenere un prodotto non solo buono, ma del tutto naturale ed interamente fatto in casa.

Ma come funzionano questi kit e quali sono i vantaggi dell’homebrewing?

Come funziona un kit per la birra

Quando ordiniamo un kit, in pratica ci arriva a casa tutto l’occorrente per iniziare e portare a termine tutto il procedimento di trasformazione, fino all’imbottigliamento finale. Tra l’occorrente di cui verremo dotati c’è il fermentatore. Questo di solito è un semplice contenitore in plastica alimentare che accoglierà la birra durante il processo di fermentazione. Assieme al fermentatore c’è un gorgogliatore, una sorta di tubicino che si inserisce sul coperchio del fermentatore e che prova il fatto che la fermentazione sia realmente iniziata, e lo fa, appunto, “gorgogliando”.

Altri strumenti che ci verranno messi a disposizione sono un attrezzo per sterilizzare le bottiglie, una paletta in plastica per mescolare bene gli ingredienti, un densimetro, che è fondamentale per capire quando possiamo travasare la birra, un rubinetto ed un tappatore. Assieme a tutti questi strumenti c’è anche naturalmente un libretto di istruzioni che guiderà ogni passo del procedimento. Seguendolo attentamente non potremo sbagliarci e potremo ottenere anche noi una buonissima birra. Il pezzo forte è il malto luppolato. Per i principianti, infatti, è sconsigliato iniziare con il metodo all grain, che richiede dei passaggi in più. Il malto luppolato è già pronto e mescolato con la giusta quantità di luppolo, per  ottenere un gusto equilibrato e piacevole.

Quali sono i vantaggi di fare la birra in casa?

Partiamo parlando del vantaggio più importante, e cioè quello legato alla soddisfazione di aver preparato qualcosa in modo del tutto artigianale. Non vedremo l’ora di trascorrere una serata assieme ai nostri amici per poter offrire con orgoglio la “nostra” birra. Se il vino fatto in casa ci sembra un po’ inflazionato, allora non ci resta che cimentarci in questa nuova avventura!

Ogni volta potremo ottenere una birra sempre diversa, grazie al fatto che potremo acquistare un diverso tipo di malto. Potremo divertirci a sperimentare la fermentazione della Pale Ale, della Waisse o della più comune Lager, per poi scegliere quella che più si addice ai nostri gusti.

Anche dal punto di vista economico ci sono dei benefici. Pensiamo infatti che solitamente un birra artigianale parte da un costo di 4-5 euro al litro. Prendendo come esempio un kit di dimensioni medie, per ogni processo di trasformazione potremo usare una confezione di malto dal costo che parte dai 12 euro a salire, per ottenere 23 litri di birra. Ed il bello è che potremo ripetere il processo ogni qualvolta lo desideriamo. Se siamo alla ricerca di un nuovo hobby, perché non provare con l’homebrewing?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *